L’ufficio statistica del Comune di Trieste ha elaborato per il terzo anno uno studio sui redditi. In particolare l’oggetto dello studio sono state le dichiarazioni 2014 (anno d’imposta 2013) scaricate dal portale “Siatel 2.0 – Punto Fisco”, in base alla Convenzione stipulata con l’Agenzia delle Entrate. Si tratta delle dichiarazioni relative alla totalità delle persone fisiche (Modello Unico e 730 per le dichiarazioni dirette e modello 770 come soggetti sottoposti a trattenute per opera del soggetto che eroga i redditi) con domicilio fiscale nel Comune.

Sebbene in generale le dichiarazioni sintetiche riportino dati parziali, grazie all’incrocio con l’anagrafe della popolazione residente nel corso del 2013, emerge una analisi approfondita sulla distribuzione territoriale dei redditi dei cittadini triestini, in un’ottica di genere, tenendo conto dell’aspetto generazionale e della cittadinanza.
In sintesi nel 2013 a Trieste sono stati dichiarati quasi 3,4 miliardi di euro di reddito imponibile ai fini Irpef (dei quali il 51,1% è reddito da lavoro dipendente ed il 36,3% è reddito da pensione) e pagati circa 710 milioni di euro di imposta netta da parte dei domiciliati fiscali, per un reddito imponibile medio per ogni contribuente paria 22.036 euro (nel calcolo si tiene conto di tutti i contribuenti, anche coloro che non pagano imposta). L’83,3% dei contribuenti paga una imposta.
L’87,2% delle persone fisiche che hanno presentato un modello di dichiarazione non supera i 35.000 euro di reddito imponibile dichiarato, il 37,7% non supera nemmeno i 15.000 euro.  [vai alla pagina dedicata]